6 consigli per goderti l’Oktoberfest

Mentre l’estate volge al termine e le temperature iniziano ad abbassarsi, non lasciarti sfuggire un’occasione unica per brindare alle ultime giornate di sole con un’ottima birra, o meglio, Bier, per dirla alla tedesca!

Dal 22 settembre al 7 ottobre a Monaco di Baviera si tiene l’Oktoberfest, il celebre festival della birra. Se stai pensando di farci un salto, preparati ad immergerti in un clima tutto bavarese e assicurati di non trasformarti in un Bierleiche (zombie alcolizzato), l’affettuoso soprannome che i tedeschi affibbiano ai novellini di questa tradizione.

1) Vestiti per l’occasione 
Avviso a tutti i Buam e Madln (“ragazzi” e “ragazze” in dialetto bavarese). Dai pantaloni in pelle agli abitini tirolesi, all’Oktoberfest l’abito conta tanto quanto la birra: basterà indossare un costume tradizionale per entrare nel clima della festa. Per le donne non può mancare il Dirndl, abito tradizionale composto da corsetto, gonna, camicetta con maniche a sbuffo e grembiule. Gli uomini, invece, opteranno per indossare i tradizionali Lederhosen, pantaloni corti in pelle con bretelle, un tempo apprezzati per il tessuto resistente e indossati per svolgere lavori manuali. Per finire, indossa il tipico Tirolerhut (cappello tirolese) e parti alla conquista della birra!

2) Si beve… e si mangia!
L’Oktoberfest è senz’altro rinomato per l’alcol, ma è anche l’occasione perfetta per assaggiare i tradizionali piatti della cucina tedesca. Tanto per cominciare, una birra dissetante si apprezza ancora di più se abbinata a uno spuntino salato adatto a solleticare il palato, e un Brezn, o pretzel (ciambella salata dalla forma annodata), è esattamente quello di cui hai bisogno. Ma se non fosse abbastanza per il tuo appetito, ti consigliamo di puntare allo Schweinebraten, un piatto bavarese a base di maiale arrosto cucinato con birra scura e cipolle. Se invece hai voglia di qualcosa di classico e veloce, un gustoso Würstl mit Sauerkraut (salsiccia bianca con crauti) è quello che fa per te.

3) Un vero brindisi inizia con lo sguardo
Probabilmente, la parola più importante da conoscere per chi partecipa all’Oktoberfest è Prost, l’equivalente tedesco del nostro “Salute”. La sentirai pronunciare, urlare e biascicare in tutti i modi da amici e sconosciuti, mentre trangugiano fiumi di birra. Ma per ogni brindisi bavarese che si rispetti, c’è un elemento cruciale da non dimenticare mai: il contatto visivo. Se vuoi davvero brindare alla tedesca, assicurati di guardare dritto negli occhi tutti i tuoi compagni di bevute. Cosa succede se non lo fai? Beh, oltre a ricevere un’occhiataccia da qualche tedesco, ti toccheranno sette lunghi anni di insoddisfacente attività sessuale. Perciò sfoggia il tuo sorriso migliore e preparati a sguardi interminabili con amici e sconosciuti, o ne pagherai le conseguenze.

4) Ordina in tedesco, oppure no…
Prima di poter ordinare la tua birra preferita, dovrai trovare il tendone giusto. Ce ne sono 14, perciò scegli con molta attenzione! Una volta che avrai capito dove scovare la tua birra preferita, cerca un posto per sederti. A questo punto, non devi fare altro che ordinare. Puoi provare con gentilezza, usando l’espressione “Ein Bier, bitte” ma questa volta l’educazione potrebbe lasciarti a bocca asciutta: i tendoni sono affollati e chiassosi. Ti converrà sorridere e alzare un dito (o tre!): la tua birra arriverà prima che te ne accorga. Bitte schön!

 

5) Trova la tua birra bavarese preferita
Tutte le birre bavaresi sono ottime, ma la birra dell’Oktoberfest è unica e non la troverai da nessun’altra parte. Le 6 birre da non perdere a questo festival hanno un tasso alcolico più alto della media, ma vanno giù come l’acqua. Tra i birrifici presenti, troverai Augustiner, Paulaner, Spaten-Franziskaner, Löwenbräu, Hacker-Pschorr e Hofbräu. Se vuoi qualcosa di leggero, ordina una Helles. Se hai un umore un po’ lunatico, prova una Dunkel. E se hai voglia di una birra di frumento, una Hefeweizen è la scelta migliore. Se invece vuoi provare a ritardare la sbronza incombente, dovresti optare per una Radler (mezza Helles e mezza soda al limone).

6) Un po’ di storia 
La festa della birra più famosa al mondo affonda le radici nel 1810, in occasione delle nozze reali tra il principe ereditario Ludovico II di Baviera e la principessa Teresa di Sassonia-Hildburghausen. Al banchetto di nozze parteciparono tutti i cittadini di Monaco, che festeggiarono di fronte alle porte della città. Nel 1819, le corse di cavalli furono sostituite da carretti di birra e fu emanato un nuovo decreto: i festeggiamenti dovevano tenersi ogni anno. Da allora, la festa è stata cancellata solo una ventina di volte, ad esempio durante le guerre mondiali o in caso di epidemie di colera (motivi più che validi per bere birra e non acqua, in realtà). Non preoccuparti, questo autunno la birra scorrerà a fiumi come previsto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *