In Italia ci sono 10 nuovi giardini che pochi conoscono da scoprire

Luoghi magici dove ritrovare il contatto con la natura, tra colori strepitosi e profumi deliziosi, ammirando nel contempo alcune delle architetture più affascinanti del nostro Paese: sono i Grandi Giardini Italiani, stupendi parchi che tornano finalmente ad aprire i battenti dopo un lungo periodo di chiusura. Questa è l’occasione perfetta per concedersi una giornata all’aria aperta, immergendosi nel verde meraviglioso dei giardini più belli d’Italia. Nella Guida del 2020 sono stati inseriti 10 nuovi luoghi tutti da scoprire, ecco quali sono.

La Fondazione Paolo e Carolina Zani, a Cellatica (Brescia)1. La Lombardia vanta due new entry in questa speciale Guida ai Grandi Giardini Italiani. La prima è la Fondazione Paolo e Carolina Zani, splendida Casa Museo circondata dal verde delle colline bresciane, a Cellatica. L’affascinante villa racchiude incredibili capolavori, ma il suo rigoglioso giardino vi sorprenderà: sculture e fontane punteggiano il territorio, immerse tra la vegetazione tipica del luogo e le tante piante esotiche provenienti da Paesi lontani.

2. Nei pressi di Varese, e più precisamente a Induno Olona, trova invece luogo lo splendido Roseto della Pace. Pittoresco angolo di paradiso dai mille colori, racchiude una collezione di sole rose situata in un’area che racconta un passato difficile. Prima, infatti, vi sorgeva un ricco bosco di conifere, che nel 2011 è stato completamente devastato da una terribile tromba d’aria. Dalle sue ceneri, oggi rinasce un roseto che accoglie centinaia di varietà diverse di questo magnifico fiore.

3. Nel cuore del Friuli occidentale, il piccolo borgo medievale di Vistorta cela un vero e proprio capolavoro dalle mille sfumature. Nei pressi di Sacile sorge infatti la maestosa Villa Brandolini d’Adda, nucleo centrale della tenuta agricola posseduta dalla famiglia Brandolini. Uno dei gioielli di questa zona è il parco, ampio spazio verde delimitato da mura in pietra e da quattro torrette che svettano verso il cielo.

4. Immaginate una suggestiva villa settecentesca che si affaccia sulla città di Pesaro, immersa nel verde delle colline marchigiane: ecco Villa Caprile, che con i suoi 25 ettari di parco offre il luogo ideale dove rilassarsi a contatto con la natura. I giardini all’italiana che accolgono gli ospiti all’ingresso sono solo una delle bellezze che vi possiamo ammirare. Giochi d’acqua, sculture classiche e impressionanti grotte sotterranee vi regaleranno emozioni incredibili.

5. Tivoli è un luogo ricco di sorprendenti capolavori, tra cui rientra a pieno titolo la Villa Adriana. Edificata a partire dal 118 d.C. dall’imperatore Adriano come sua residenza suburbana, presentava giardini pensili, numerosi padiglioni immersi nel verde e tante fontane. Una delle sorprese più affascinanti è la piscina del Pecile, ampio specchio d’acqua circondato da piante d’alloro sagomate a cilindro.

6. A pochi passi da Caserta, il pittoresco Palazzo Cocozza accoglie un grande parco dove la natura regna incontaminata. Un ampio roseto, gli aranceti e un lungo viale di melograni sono solo alcune delle bellezze che circondano la villa. Il giardino vero e proprio ospita un bellissimo laghetto e diverse sculture davvero interessanti, tra cui un piccolo tempio ionico e nove splendide fontane.

7. È invece nella splendida cornice napoletana, tra il mare e il Vesuvio, che spicca il Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa. Qui possiamo ammirare antichi cimeli che ripercorrono la storia della ferrovia italiana, ma non mancano affascinanti spazi verdi come il Giardino del Mediterraneo e l’incredibile terrazza sul lungomare, che offre una vista spettacolare sul Golfo di Napoli.Il Giardino di Turri (Sud Sardegna)

8. Anche la Sardegna ha due bellissime new entry. Il Giardino di Turri nasce da un’idea originale: portare i tulipani sull’isola. Ed è così che oggi si possono ammirare ampie distese dai mille colori, circondate da ulivi secolari e da decine di altre meraviglie naturali. Le colline sarde della Marmilla, in questo splendido angolo di paradiso a Turri, regalano infatti un paesaggi ricco di tantissimi altri fiori, tra cui centinaia di varietà di rose, e un viale delle erbe aromatiche.

9.Spostandoci più a sud, a poca distanza da Cagliari, incontriamo il Giardino degli Hibiscus. Si trova nel verde di Capoterra, dove sorge un’azienda florovivaistica che ha dato alla luce alcuni dei più bei parchi del mondo intero, e che da qualche anno ha creato un’enorme collezione di Hibiscus, vantandone oltre 250 varietà.

10. Infine, in Sicilia troviamo il parco botanico Radicepura, che nasce all’ombra dell’Etna. Qui la terra è particolarmente fertile e dà vita ad innumerevoli varietà di piante e fiori, un vero e proprio paradiso verde. All’interno del parco possiamo scoprire la bellezza dei viali di palme e il fascino esotico della serra, che ospita numerose piante tropicali. Il tutto all’interno di una cornice da mozzare il fiato.