Niente viaggi studio in Inghilterra? Il castello nel Pavese diventa Hogwarts

Cervesina, campus nel maniero in stile Harry Potter. L’idea è venuta al team dei Viaggi di Tells e alla squadra di guide turistiche inglesi che da anni accompagna i visitatori in tutta la provincia

La pandemia ha cancellato i viaggi studio nei campus inglesi, ma non le vacanze british che sbarcano in Oltrepo Pavese. Prendete un castello quattrocentesco incastonato in un parco rigoglioso con tempi palladiani e labirinti, e il gioco è fatto: sembrerà di essere ad Hogwarts. Se poi, a presentarsi in cattedra nelle sale dei cigni e nella storica biblioteca, è Ivan Fowler, insegnante con tanto di mantello e bombetta, il college di Oxford non sembrerà poi così lontano e inaccessibile.

L’idea di trasferire lezioni, attività didattiche in preparazione della certificazione internazionale, uscite culturali e laboratori, rigorosamente in inglese, in un suggestivo maniero sulle colline pavesi, è venuta al team dei Viaggi di Tells e alla squadra di guide turistiche inglesi che da anni accompagna i visitatori in tutta la provincia con le passeggiate storiche The Original History Walks. «Lo stop ai viaggi di istruzione ha stravolto tutti i nostri piani, suscitando un senso soffocante di impotenza — spiega Mariarosa Gatti, direttore dei Viaggi di Tells —. Dall’esterno è arrivato lo shock, dovevamo cambiare completamente prospettiva: come possiamo ricreare l’esperienza del viaggio studio per ragazzi in Inghilterra non potendo andare in Inghilterra? La voglia di trovare una soluzione, in sicurezza, affinché gli studenti adolescenti potessero tornare ad incontrarsi dopo settimane di lock-down, ci ha convinti a portare Londra a Cervesina, al Castello di San Gaudenzio». Proprio come per le vacanze oxfordiane, i collegiali vivranno all’interno di torri e gallerie, dove avranno camere e ristorante a disposizione.

 

I locali adibiti ad aule sono stati riorganizzati rispettando tutte le linee guida di prevenzione del contagio da Covid, e i cinque docenti dall’accento british: Ivan Fowler, Janet Phillips, Dave Accornero, Annie White e Eleni Bastounis, seguiranno i ragazzi che arriveranno al college a piccoli gruppi, per raggiungere un livello di inglese impeccabile.

Oltre alle lezioni sui libri ci saranno poi le attività esterne, dal «butterfly watching» nel parco di Valverde al laboratorio d’arte nel parco di Villa Melzi, a Bellagio; dai laboratori notturni all’Osservatorio astronomico di Ca’ del Monte al tour di Milano. «I ragazzi visiteremo l’Oltrepo, Pavia, Vigevano; andremo a Maranello al Museo Ferrari, nel castello di Cozzo Lomellina — spiegano i docenti —. Un bagaglio di esperienze e competenze utili anche al superamento dell’esame finale, previsto il giorno prima di lasciare il nostro campus inglese tra colline e vigneti».